Cloudera lancia CDP, piattaforma di analytics as a service che sfrutta AI e ML

La nuova CDP (Cloud Data Platform) offre avanzate capacità di analisi self-service in ambienti ibridi e multi cloud,rispetta le policy di sicurezza e governance granulari richieste dai responsabili IT e si basa su algoritmi di machine learning e intelligenza artificiale

A soli nove mesi dal merge con Hortonworks Cloudera presenterà ufficialmente a novembre in un evento che vedrà la partecipazione di clienti e partner la nuova piattaforma PaaS Cloud Data Platform (CDP), una piattaforma dati integrata che offre avanzate capacità di analisi self-service in ambienti ibridi e multi cloud che rispetta le policy di sicurezza e governance granulari richieste dai responsabili IT e che si basa anche su algoritmi di machine learning e intelligenza artificiale.

Yari Franzini, Cloudera
Yari Franzini, Cloudera

Il mercato

Il mercato dei Big Data e degli Analytics è un mercato maturo che prevede una crescita sempre più esponenziale del numero dei dati, sempre più centrali all’interno di ogni strategia aziendale e nella vita personale. “Si nota però – sottolinea Yari Franzini, da tre mesi Regional Director di Cloudera Italia – che le aziende non sono ancora al passo con le reali esigenze in termini di tecnologie per gli insights che permettano un reale sfruttamento dei dati. A prevalere è ancora la logica a silos tanto che oggi il dato risulta ancora difficile da gestire all’interno di un modello orizzontale e nell’ottica di una condivisione dei dati. Le aziende in particolare sentono molto forte l’esigenza di avere garanzie di sicurezza a prescindere da dove risiedano le informazioni”.

CDP risponde a queste esigenze, con una versione PaaS e una data center, con una filosofia 100% cloud. “CDP consente la possibilità di mettere in sicurezza i dati dall’edge al data center con possibili applicazioni di machine learning in una logica Edge2AI. E’ possibile muovere i dati ovunque ma mantenendo le regole di security a loro legate in una logica di apertura totale, all’insegna della massima flessibilità”.

La nuova Cloud Data Platform (CDP)

Le peculiarità su cui si basa CDP è che offre massima scelta e flessibilità con la possibilità di gestire, analizzare e sperimentare con i dati in ambienti on-premise, ibridi, private cloud e multi public cloud. Si tratta poi di una piattaforma multifunzione che riduce tempo e sforzo per implementare tecnologie comuni grazie a cinque nuove esperienze self-service (flow&streaming, data engineering, data warehouse, operational database e machine learning).

Altro suo elemento distintivo è la security: CDP semplifica sicurezza, privacy e conformità per diverse tipologie di dati enteprise su qualsiasi cloud tramite tecnologie shared data experience (SDX) che facilitano la creazione di un data lake sicuro in poche ore. La piattaforma è inoltre 100% opern source, open compute, open storage e open for integration.

Cristina Viscontino, Senior Sales Engineer di Clouder Italia spiega: “La maggior parte dei nostri clienti hanno i loro dati all’interno di data center aziendali ma tutti hanno anche strategie di cloud. La flessibilità della nostra piattaforma gli consente di sperimentare muovendo i dati in diversi cloud all’interno di un ambiente sicuro dove i data scientist possono lavorarli.

La piattaforma lavora su use cases e funziona da data hub, data warehouse e ML.

Per ora è disponibile sul cloud pubblico di Amazon ma presto lo sarà anche su Azure e poi su Google Cloud. E’ poi ovviamente disponibile anche in private cloud che il cliente gestisce in casa e comunica con il public cloud in ottica ibrida”.

Cristina Viscontino, Cloudera
Cristina Viscontino, Cloudera

I servizi

Sono quindi tre i nuovi servizi cloud che permetteranno ai responsabili IT di supportare il business in modo più efficace:

1. Cloudera Data Warehouse – Servizio cloud-native che facilita e velocizza l’implementazione di data warehouse per gruppi di business analyst con accesso sicuro e self-service ai dati aziendali.
2. Cloudera Machine Learning – Servizio cloud-native che semplifica l’adozione di workspace collaborativi di machine learning per team di data scientist con un accesso sicuro e self-service ai dati aziendali.
3. Cloudera Data Hub – Servizio di gestione e analisi dei dati cloud-native che permette a responsabili IT e sviluppatori di realizzare applicazioni di business personalizzate per supportare molteplici casi d’uso con un accesso sicuro e self-service ai dati aziendali.

La piattaforma si arricchirà man mano di nuove funzioni anche grazie all’acquisizione di Aracadia Data.

Disponibilità

I servizi cloud Cloudera Data Warehouse, Cloudera Machine Learning e Cloudera Data Hub sono disponibili su AWS a un costo per ora per istanza con diverse opzioni CPU, GPU e RAM. Una versione software on-premise di CDP, chiamata CDP Data Center, sarà disponibile nel corso dell’anno.