Gli utenti di G2 valutano la piattaforma basata sull’AI di Dynatrace la migliore in sei categorie

Le ottime valutazioni degli utenti riflettono i vantaggi della piattaforma all-in-one dell’azienda, che ha al centro l’AI e l’automazione continua

Dynatrace la software intelligence company, ha annunciato che gli utenti di G2 hanno assegnato alla società il primo posto in sei Grid® Reports relativi alla primavera 2020: Piattaforme AIOps, Monitoraggio dell’Infrastruttura Cloud, Monitoraggio dei Container, Monitoraggio della Digital Experience, Session Replay e Monitoraggio delle prestazioni delle applicazioni.

G2 è un sito di recensioni peer-to-peer che aiuta le organizzazioni a scegliere il software e i servizi giusti sulla base di oltre 1 milione di recensioni autentiche e tempestive da parte di utenti reali.

Queste valutazioni degli utenti riflettono il vantaggio della piattaforma all-in-one di Dynatrace, creata per l’utilizzo in ambito IT, DevOps e Digital Experience e basata su un modello di dati unificato per consentire una maggiore automazione e intelligenza. Questo consente ai team di dedicare il loro tempo ad attività a valore aggiunto invece di dover dedicare tempo e risorse alla risoluzione dei problemi, rintracciare gli alert e correggere bug che non hanno alcun impatto su prestazioni, disponibilità o funzionalità.

Le valutazioni degli utenti G2 seguono altri recenti riconoscimenti del settore per Dynatrace. Ad esempio, Gartner ha attribuito a Dynatrace il punteggio più alto in cinque casi d’uso su sei nel suo report del 2020 Critical Capabilities for Application Performance Monitoring.

Ottenere il massimo riconoscimento dagli utenti G2 in queste sei categorie testimonia l’impatto della nostra piattaforma Dynatrace, nonché la sua continua innovazione”, ha affermato Steve Tack, SVP del Product Management, Dynatrace. “Gli ambienti cloud moderni e dinamici sono troppo complessi per essere gestiti dagli umani tramite dashboard, date le relazioni in continua evoluzione fra microservizi, piattaforme container come Kubernetes e servizi cloud su vasta scala. Il volume, la velocità e la varietà dei dati prodotti da questi ambienti è semplicemente troppo grande. Dynatrace offre un’automazione continua su tutto lo stack, con l’intelligenza artificiale al centro, consentendo ai nostri clienti di affrontare le sfide che abbracciano IT, DevOps e Digital Experience, permettendo loro di dedicare tempo ad attività che generano più revenue e migliorano la soddisfazione dei clienti”.

Esempi di ciò che gli utenti G2 hanno espresso su Dynatrace includono:

  • Mentre la maggior parte dei grandi vendor ha passato il proprio tempo cercando di rattoppare e aggiornare le proprie soluzioni alle esigenze di oggi, Dynatrace è ripartita da zero e ha creato qualcosa di unico per le esigenze odierne. Abbiamo scoperto che l’AI è perfetta per i nostri ambienti. OneAgent è un approccio alla strumentazione leader nel settore, che consente agli amministratori di risparmiare tempo e di concentrarsi su ciò che conta. Inoltre, non ho mai trovato un fornitore con un supporto così forte da parte della community, estremamente attivo e utile”. – Larry Roberts, Senior Systems Administrator, SRE, Architect, Gordon Foods Service

  • Dynatrace ha superato le nostre aspettative. Sono finiti i giorni in cui l’infrastruttura era la prima responsabile di tutto: Dynatrace fornisce una chiara visualizzazione di dove si trovano i problemi e suggerisce persino una possibile soluzione. Agevolare i nostri utenti, dal DevOps al marketing, dal management agli acquisti al self-service, ha anche liberato risorse che possono essere spese meglio altrove. E’ tutto fantastico!” – Consulente nel settore delle assicurazioni

  • Una soluzione rivoluzionaria nel monitoraggio e nelle operation. L’approccio unico fornisce visibilità full-stack, non focalizzandosi solo su un aspetto, ma coprendo tutto ciò che è importante per una moderna operazione cloud, guidata da una cultura DevOps. La scala e l’automazione a cui Dynatrace può essere applicato non ha eguali. Non è necessaria alcuna configurazione manuale di soglie o dipendenze, sta scoprendo automaticamente le dipendenze e l’AI aiuta enormemente a scoprire i problemi velocemente e ad arrivare facilmente alle cause alla radice”. – Reinhard Weber, Senior Product Manager, SAP CX

E’ disponibile un white paper gratuito nel quale sono evidenziate le sfide che le imprese devono oggi affrontare legate al cloud ibrido