Dynatrace offre ai team DevOps e Site Reliability Engineering migliori capacità di monitoraggio delle infrastrutture per individuare e analizzare i log

Dynatrace_Logo

Dynatrace ha annunciato il miglioramento delle capacità di monitoraggio delle infrastrutture per individuare e analizzare i log da Kubernetes e dagli ambienti multicloud, nonché dai framework di dati di log open source più utilizzati. Queste evoluzioni consentiranno ai team DevOps e Site Reliability Engineering (SRE) di identificare, segmentare e analizzare facilmente i registri storici e in tempo reale da qualsiasi fonte, il tutto in una posizione centralizzata, senza targeting dei log o intervento manuale.

Per semplificare ulteriormente la complessità del cloud su larga scala, Dynatrace combina questi dati di registro con un’ampia osservabilità e i dati sull’esperienza utente per fornire risposte basate sull’intelligenza artificiale rispetto alla causa principale per una più rapida identificazione e risoluzione dei problemi e un migliore impatto sul business.

Per i team DevOps e SRE la più ampia e profonda copertura di osservabilità

Come sottolineato in una nota ufficiale da Steve Tack, SVP of Product Management di Dynatrace: «Stiamo continuamente semplificando la complessità del cloud portando automazione e assistenza IA a nuove fonti di dati man mano che diventano disponibili. Forniamo la più ampia e profonda copertura di osservabilità, fornendo allo stesso tempo analytics avanzati per rendere i team digitali, in questo caso DevOps e SRE, più intelligenti e in grado di controllare un ambiente più ampio eliminando grazie all’automazione la complessità e i movimenti sprecati».

Gli approcci legacy di monitoraggio, solo osservabilità e fai-da-te lasciano ai team digitali il compito di individuare, acquisire e dare un senso ai propri dati. Con il volume, la velocità e la varietà di dati che esplodono, comprendere e reagire a questi dati è più difficile e richiede più tempo che mai.

Dynatrace affronta queste sfide con:

  • Inserimento e archiviazione dei log estesi, inclusi i log di ambienti Kubernetes e multicloud, Amazon Web Services, Google Cloud Platform, Microsoft Azure e Red Hat OpenShift, nonché i framework di dati di log open source più utilizzati, come Fluentd e Logstash.
  • Nuovo visualizzatore di log Dynatrace, che fornisce potenti funzionalità di filtro per consentire ai team di individuare, analizzare e segmentare i dati di log cronologici e in tempo reale da qualsiasi fonte in una posizione centralizzata. I team possono facilmente esplorare i log in ambienti multicloud e analizzarli nel contesto della loro architettura.
  • Dynatrace Smartscape mappa continuamente i dati di log del cloud con i numerosi dati di osservabilità che già raccoglie, mostrando le tecnologie e le dipendenze negli ambienti multicloud, nonché le esperienze degli utenti con queste tecnologie.
  • Il motore di intelligenza artificiale di Dynatrace, Davis, fornisce risposte precise e in tempo reale, rilevando le anomalie sulla base di eventi log e altri dati e identifica automaticamente la causa principale dei problemi dell’infrastruttura come il degrado del servizio Kubernetes, risparmiando a DevOps e SRE più tempo per l’innovazione.

Per Mervyn Lally, Global Chief Enterprise Architect di Experian: «Con Dynatrace che raccoglie automaticamente i dati di registro da Kubernetes e ambienti multicloud, nonché le metriche da framework di dati aperti, abbiamo semplificato la gestione del nostro ambiente IT complesso e multicloud. La combinazione di questi dati il tracciamento, la UX e altri dati già acquisiti da Dynatrace e l’applicazione delle sue potenti funzionalità di automazione e AIOps, migliora la collaborazione tra i nostri team di applicazioni e infrastruttura e consente loro di offrire esperienze utente migliori».