Home Tags CA Privileged Access Manager

Tag: CA Privileged Access Manager

CA migliora il suo Privileged Access Manager

L’obiettivo della soluzione CA CPM 3.0 è essere ancora più idonea ai deployment da parte di grandi aziende e Managed Service Provider

CA Privileged Access Manager ottiene la certificazione Common Criteria

La certificazione consente alle agenzie federali e alle imprese del settore privato di affidarsi a CA Privileged Access Manager sulla base di criteri chiaramente specificati

CA Technologies arricchisce le sue soluzioni per la gestione degli accessi privilegiati

Propone un’offerta integrata che fornisce un controllo end-to-end delle identità privilegiate all’interno dell’impresa ibrida
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Defence Tech

Cloud pubblico e sicurezza: attenzione agli accessi privilegiati

Gestire le applicazioni cloud tra minacce, privacy e compliance

Luca Maiocchi, Country Manager, Proofpoint spiega come e perché oggi le cloud application sono sotto attacco
finance

Cyberminacce: nel 2020 nel mirino fintech, e-commerce e mobile banking

Nel 2020, gli autori di cyberminacce a sfondo finanziario potrebbero iniziare a prendere di mira le app per investire e le criptovalute emergenti
Da Orange Business Services e Cisco le SD-LAN di nuova generazione

Check Point offre protezione per gli ambienti serverless

Con l’acquisizione di Protego, l’azienda estende la leadership nella sicurezza cloud e amplia ulteriormente la piattaforma CloudGuard e l’architettura Infinity
Pubblicità

Report

pmi_digitale

PMI: dipendenti più soddisfatti se la tecnologia è al top

Lo dicono i risultati di una ricerca Lenovo secondo cui i team possono essere preparati al futuro del lavoro solo con le tecnologie più avanzate
Compuware_automazione di test

L’automazione dei test in cima alla lista dei responsabili IT

Un sondaggio indipendente rileva che il test manuale rappresenta un importante ostacolo al successo aziendale, ma solo il 7% delle organizzazioni automatizza i test sul codice mainframe
GDPR_Talend

GDPR, un anno e mezzo dopo: il tasso di conversione rimane basso

Una ricerca di Talend rivela che oltre la metà delle aziende intervistate non è stata in grado di soddisfare le richieste di accesso ai dati e portabilità entro il termine di un mese come richiesto dal GDPR