Al via la quarta edizione del Digital Italy Summit

L’evento promosso da The Innovation Group si terrà a Roma, dal 26 al 28 novembre

Con il titolo “Per il Governo dell’Innovazione Digitale nel Paese” si terrà a Roma dal 26 al 28 novembre la quarta edizione del Digital Italy Summit organizzato da The Innovation Group in collaborazione con Anitec-Assinform, Confindustria Digitale, Fondazione Astrid e Gruppo Maggioli.

Il momento di analisi, incontro e confronto sui temi più attuali e strategici della digitalizzazione e dell’innovazione del Paese vedrà la presenza anche quest’anno di Istituzioni, imprese, aziende multinazionali di ogni settore, analisti, rappresentanti dei media.

Durante l’evento, che avrà come focus l’analisi dello stato, delle prospettive e delle politiche per l’innovazione digitale nelle imprese, nella pubblica amministrazione e nel terzo settore, sarà presentato il rapporto annuale Digital Italy 2019. Lo studio è il frutto di un percorso annuale di ricerca e di incontri che ha attraversato alcuni dei più fertili “Territori dell’Innovazione” del nostro Paese e si propone di fornire sia un quadro complessivo di alcune tra le più interessanti esperienze di innovazione digitale sia una serie di contributi, di idee e di proposte per accelerare il percorso dell’innovazione digitale del nostro Paese.

L’evento di apertura del summit, in programma presso l’Aula dei Gruppi Parlamentari di Palazzo Montecitorio in Via Di Campo Marzio 78, sarà dedicato al tema “Un nuovo umanesimo per l’era digitale”. I relatori, Roberto Masiero, Presidente di The Innovation Group, Franco Bassanini, Presidente, Fondazione ASTRID, Alfonso Fuggetta, Amministratore Delegato, CEFRIEL, Marco Bentivogli, Segretario Generale, FIM CISL, Enrico Giovannini, Economista, Padre Paolo Benanti, Teologo, Luca Attias, Commissario Straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale e Paola Pisano, Ministro dell’Innovazione Tecnologica e Digitalizzazione, cercheranno di rispondere ad alcune domande cruciali.

Cosa significa oggi essere cittadini in una società divenuta sempre più interconnessa e complessa? In che modo imprese, lavoratori e sindacati possono affrontare in maniera costruttiva le sfide del “lavoro algoritmico”, evitando i rischi della tecnofobia che si va diffondendo? Come l’economia dei dati può sostenere il passaggio da un’economia lineare a un’economia circolare, caratterizzata dalla condivisione delle risorse, dall’impiego di materie prime da riciclo e dall’uso di fonti energetiche rinnovabili? Quali strumenti e misure dobbiamo adottare per far fronte alle implicazioni sociali ed etiche che le nuove tecnologie dell’Intelligenza Artificiale ci porranno di fronte?

Questi grandi temi saranno articolati nei tavoli di lavoro che si terranno in occasione dell’evento, in cui leader del mondo digitale, imprenditori, rappresentanti di governo, vertici della PA, economisti, accademici e protagonisti dell’innovazione si confronteranno con l’obiettivo di scambiarsi e diffondere buone pratiche, identificare i nodi critici dell’Innovazione nei vari settori e proporre soluzioni concrete, che verranno poi raccolte e presentate al Governo, alla Politica, alle Associazioni Imprenditoriali, Sindacali e del Terzo Settore.

Sette i tavoli di lavoro, dedicati a tematiche specifiche, che saranno ospitati il 27 novembre al Centro Congressi Fontana di Trevi di Roma:

  • Industria 4.0, robotics, IoT e smart manufacturing
  • L’ecosistema 5G e le infrastrutture digitali
  • The new big things: Cloud, economia dei dati, AI e Blockchain
  • Sicurezza del territorio e resilienza delle infrastrutture critiche
  • Smart mobility: mobilità connessa e sostenibile, trasporti, infrastrutture abilitanti e servizi
  • La protezione dei dati personali fra geopolitica, tecnologia e mercato
  • L’innovazione nella sanità: ricerca, investimenti, digitalizzazione e governance.

Un’attenzione particolare sarà riservata alle indicazioni del Gruppo di esperti sull’IA, intese a focalizzare la strategia nazionale non su singoli settori economici definiti a priori ma anche sulla promozione di un’intelligenza artificiale distribuita e integrata nei processi industriali.

Si discuterà inoltre di dati, dalle normative da mettere in campo per la tutela dei dati personali, alla necessità di introduzione dell’analisi dei dati nelle politiche pubbliche e alle modalità in cui ciò potrebbe accadere.

Il 28 novembre sarà dedicato alle eccellenze dei territori dell’Innovazione incontrate nel corso del Roadshow di quest’anno e alla condivisione delle loro buone pratiche.