Scopriamolo assieme

giochi di carte clifford-photography-CDC_nt_T27A-unsplash

C’è chi pensa sia solo fortuna…

Quando si tratta di giochi, di qualunque genere, si ha sempre il dubbio se chi vince possieda molta abilità o molta fortuna. Questo accade anche e soprattutto nel mondo dei casinò. Chi non conosce il settore di solito valuta che qui tutto sia mosso dalla fortuna e normalmente si tratta sempre di coloro che quando accade provano a giocare finiscono effettivamente per perdere tutto nel giro di minuti.

Questo non fa che rinsaldare ancora di più la loro opinione per la quale è tutta una questione di chance. Ma è veramente così? Questo dubbio attanaglia talvolta anche gli stessi giocatori che sono quelli che, dopotutto, si ritrovano a rischiare il proprio denaro in prima persona.

e chi pensa che conti soprattutto l’abilità

I migliori giocatori di poker dissentirebbero sicuramente dall’opinione comune secondo la quale la vittoria nei giochi da casinò è puro frutto della fortuna. A dimostrazione porterebbero di certo un elemento in effetti a favore di questa posizione, ovvero il fatto che i nomi fra i primi dei tornei più importanti al mondo siano sempre gli stessi.

Dal momento che la fortuna è in fin dei conti probabilità, se fosse sono quella a contare si dovrebbero vedere sedere ai tavoli finali dei tornei ogni volta giocatori diversi, ma così, appunto, non è affatto. Le skill quindi conterebbero e non poco.

È chiaro che comunque la fortuna ha ovviamente la sua buona parte d’importanza. Le mani di poker infatti si vincono anche (e spesso) se si hanno delle buone carte in mano. Il bluff è una tecnica che funziona ma solo di tanto in tanto: un pokerista non può certo considerarla una tecnica.

Il buon pokerista direbbe comunque che il suo segreto è capire chi si ha di fronte come avversario e, non meno importante, destreggiarsi bene nel gioco del poker: conoscere la combinazione del poker che non contiene il re, ogni mano standard e anche quelle non standard, con gli studi probabilistici e matematici che “regolano le danze” di un torneo. Puoi trovare tornei con ogni tipo di buy in ad esempio in questo casino online Casino777.

Test e studi relativi all’influenza di fortuna e skill sull’esito dei giochi

Alcuni scienziati qualche anno fa hanno fatto un test valutando i risultati di alcuni dei più importanti tornei mondiali di poker, per valutare quanto contano in questo “sport” le prestazioni del singolo giocatore. Il risultato è stato molto chiaro: a determinare la vincita contribuiscono sia fortuna che skill e dove ovviamente non arriva l’uno, arriva l’altro. Fortuna e prestazioni viaggiano quindi in parallelo senza sovrapporsi nella maggior parte dei casi.

Se un giocatore ha quindi delle carte sfortunate dovrà puntare tutto sulle proprie competenze, sull’arte del bluff e su quella dell’introspezione psicologica dell’avversario. Dal momento che non si possono avere mani solo fortunate, è chiaro che per scalare un torneo di poker bisogna saper superare le mani sfortunate, ovviando con le proprie capacità e strategie personali. Lo stesso discorso non vale solo per il poker, ma anche per esempio per il Blackjack o altri giochi di carte. Un discorso differente, invece, potrebbe essere fatto per slot machine e roulette che richiedono una partecipazione del player decisamente più marginale.