L’accordo d’importanza storica tra Schlumberger, IBM e Red Hat espanderà l’accesso all’ambiente cognitivo di esplorazione e produzione DELFI per soddisfare le preferenze di implementazione dei clienti

Schlumberger, IBM e Red Hat

Schlumberger, IBM e Red Hat collaboreranno ad ampio respiro per accelerare la trasformazione digitale nell’intero settore del petrolio e del gas. L’iniziativa congiunta fornirà l’accesso globale all’ambiente di esplorazione e produzione (exploration and production, E&P) basato sul cloud e alle applicazioni cognitive di Schlumberger sfruttando la tecnologia per ambienti cloud ibridi di IBM basata sulla piattaforma per container OpenShift di Red Hat.

Le attività di sviluppo collaborativo saranno inizialmente concentrate su due aree chiave:

– implementazione dell’ambiente cognitivo E&P DELFI in ambienti cloud privati, ibridi o multi-cloud veicolata da OpenShift di Red Hat per espandere considerevolmente l’accesso per i clienti;
– esecuzione della prima implementazione in un ambiente cloud ibrido della piattaforma di gestione dei dati OSDU™ (la piattaforma aperta di gestione dei dati del settore).

Ai sensi dell’accordo stipulato con IBM e Red Hat, Schlumberger si è impegnata ad usare Red Hat OpenShift in via esclusiva. L’utilizzo della piattaforma container consentirà l’implementazione di applicazioni in ambiente DELFI su qualsiasi infrastruttura, dai data center tradizionali ai cloud multipli, inclusi quelli privati e pubblici. Questa nuova modalità di hosting offrirà la possibilità di utilizzare più fornitori di cloud e indirizzerà i problemi critici dei clienti, facilitando l’adozione in-country in conformità con le normative locali e i requisiti di residenza dei dati.

L’ambiente DELFI integra l’analisi dei dati e l’intelligenza artificiale, attingendo a molteplici fonti di dati, automatizzando i flussi di lavoro e facilitando la collaborazione senza soluzione di continuità per i team di dominio. Molti più operatori, fornitori e partner del settore petrolifero e gas, provenienti da tutto il mondo, saranno in grado di sfruttare l’ambiente digitale leader del settore – basato su una piattaforma standard e aperta – dove potranno “scrivere una volta sola ed eseguire ovunque” durante la creazione di nuove applicazioni.

“Ampliando l’accesso all’ambiente DELFI facciamo un importante passo avanti verso la creazione dell’ambiente digitale aperto e flessibile di cui il nostro settore ha bisogno”, commenta Olivier Le Peuch, amministratore delegato di Schlumberger. “La collaborazione con IBM e Red Hat completa le partnership digitali già in essere volte a offrire una soluzione ottimale per superare le sfide dei nostri clienti. Insieme, permettiamo l’accesso senza soluzione di continuità a una piattaforma cloud ibrida in tutti i paesi del mondo per l’implementazione in qualsiasi bacino, per qualsiasi operatore”.

“La logica, lo scopo e la differenziazione di tutte le aziende possono ora essere trasformati in codice, ed è per questo che l’innovazione digitale è diventata il modo più potente per guidare la trasformazione, e il cloud ibrido è la leva giusta”, ha dichiarato Arvind Krishna, amministratore delegato di IBM. “Insieme a Schlumberger, stiamo dando la possibilità a un gruppo molto più ampio di partecipanti di svolgere un ruolo nel guidare questa trasformazione e aiutare l’industria energetica a risolvere alcune delle sfide più difficili del mondo”.

“L’industria dell’energia si sta trasformando, e le organizzazioni cercano modi efficienti per potenziare le loro operazioni, adottare tecnologie digitali che diano loro un vantaggio competitivo, innovare e integrare i flussi di lavoro per prendere decisioni più rapide e migliori”, ha aggiunto Paul Cormier, presidente e amministratore delegato di Red Hat. “Un cloud ibrido open source offre la flessibilità, l’accelerazione e l’innovazione che questa trasformazione digitale richiede. Schlumberger è da tempo leader del settore ed è all’avanguardia nella sua visione di trasformazione digitale nel mercato dell’energia. Non vediamo l’ora di lavorare a stretto contatto con Schlumberger per rendere l’ambiente DELFI disponibile ovunque con Red Hat OpenShift”.

Schlumberger supporta molte delle operazioni più vitali al mondo nel settore del petrolio e del gas ed è all’avanguardia nella digitalizzazione in tutto il settore dell’energia. DELFI è l’ambiente cognitivo E&P leader del settore, dove oggi i professionisti dell’energia accedono alle API aperte per lavorare insieme, indipendentemente dal ruolo, dal flusso di lavoro o dalla posizione fisica, e creare soluzioni che migliorano significativamente le operazioni di business.

Le tre aziende intendono promuovere la loro collaborazione con la creazione di una soluzione differenziata per la gestione dei dati e delle operazioni per la piattaforma dati OSDU, consentendo agli operatori del settore petrolifero e gas di costruire, implementare e trasferire soluzioni digitali con infrastrutture di dati hybrid cloud. Ciò favorirà una più ampia collaborazione e una maggiore efficienza nella catena del valore dell’E&P.

Prima di questo annuncio, Schlumberger, IBM e Red Hat hanno pilotato con successo la nuova implementazione hybrid cloud dell’ambiente DELFI su Red Hat OpenShift, la principale piattaforma Kubernetes, collaborando con Red Hat e IBM Services, il più grande team di consulenti certificati Red Hat al mondo. Le due organizzazioni si sono concentrate sulla dimostrazione della flessibilità e della portabilità per applicazioni di calcolo, storage e di esplorazione intensiva di dati e sviluppo sul campo.

La collaborazione di IBM con Schlumberger fa parte del nuovo impegno dell’azienda volto ad investire nell’accelerazione dell’adozione del cloud ibrido e delle architetture aperte. IBM si rivolge a settori essenziali, come quello dell’energia, che gestiscono i processi cruciali del mondo. Questi sforzi stanno assumendo un’importanza sempre maggiore man mano che le organizzazioni affrontano gli impatti della pandemia e della recessione economica, che impone velocità di immissione sul mercato, flessibilità e agilità per incoraggiare l’innovazione.