BMC, specialista globale che da 40 anni fornisce soluzioni IT per l’Autonomous Digital Enterprise, ha annunciato i risultati della sua quindicesima survey annuale sul mainframe

Mainframe Survey2020_Cover

BMC, specialista globale che da 40 anni fornisce soluzioni IT per l’Autonomous Digital Enterprise, ha annunciato i risultati della sua quindicesima survey annuale sul mainframe (disponibile qui). I risultati mostrano un deciso supporto degli intervistati per il mainstreaming del mainframe, nuove priorità strategiche e una rinascita dei talenti mainframe di prossima generazione.

Il più grande e ampio sondaggio nel suo genere, questo studio approfondito ha interrogato oltre 1000 dirigenti e professionisti sulle loro priorità, sfide e opportunità di crescita per la piattaforma.

I risultati principali includono:

• Il 90% degli intervistati (il 94% di quelli italiani) vede il mainframe come una piattaforma per la crescita e le applicazioni a lungo termine.
• Il 68% (il 70% tra gli intervistati italiani) prevede che MIPS, la misura delle prestazioni di elaborazione del mainframe, cresca.
• Il 63% degli intervistati (68% tra gli italiani) afferma che la sicurezza e la compliance erano le principali priorità del mainframe.
• Tra gli intervistati italiani, il 55% ha riportato un aumento nel volume delle transazioni, e il 42% ha riportato un aumento nel volume dei dati

“La Survey conferma che le aziende vedono il mainframe come una componente fondamentale della moderna impresa digitale e lo considerano un hub emergente per l’innovazione”, afferma Stephen Elliot, Program Vice President, Management Software and DevOps di IDC. “Le organizzazioni lo stanno impiegando sempre di più per supportare le esigenze del business digitale mentre si impegnano a ottenere maggiore agilità e a garantire successo in tutta l’azienda”.

Le principali priorità del mainframe

Con le aziende mainframe che competono per portare sul mercato nuove esperienze digitali per soddisfare i clienti, i temi e le priorità emersi sondaggio sono straordinariamente forti: adattamento, automazione e protezione.

Adattare

Le risposte hanno indicato che la necessità di adattamento delle imprese abbracciava diverse aree:

• Nuovi processi per stare al passo con la domanda digitale.
• Requisiti tecnologici come lo sviluppo di applicazioni/DevOps su tutto il mainframe; Il 78% degli intervistati desidera poter aggiornare le applicazioni mainframe più frequentemente di quanto sia attualmente possibile.
• Cambiamento della forza lavoro, poiché il numero di talenti mainframe di nuova generazione aumenta insieme al numero di donne che lavorano sulla piattaforma

Automatizzare

La modernizzazione del mainframe continua a svolgere un ruolo chiave nelle priorità tra gli intervistati, con la necessità di implementare strategie di intelligenza artificiale e machine learning che aumentano dell’8% anno su anno.

Proteggere

Sebbene il mainframe abbia la reputazione di essere una piattaforma naturalmente sicura, gli intervistati vedono la crescente necessità di rafforzare i suoi “muri”. La sicurezza ha prevalso sull’ottimizzazione dei costi come principale priorità del mainframe tra gli intervistati per la prima volta nei 15 anni di storia dell’indagine.

“I primi risultati sono stati condivisi con i principali analisti del settore e con i clienti chiave del nostro Mainframe Executive Council al fine di convalidare i risultati confrontandoli le opinioni del mercato”, afferma John McKenny, SVP of Mainframe Innovation and Strategy di BMC. “Queste conversazioni hanno ulteriormente consolidato i risultati dello studio secondo cui le prospettive positive e la crescita della piattaforma sono in gran parte dovute alla necessità di creare esperienze digitali intuitive e incentrate sul cliente. Il mainframe continua a brillare e ad essere riconosciuto come innovativo, agile e sicuro ed è una componente vitale per il successo digitale “.

Cambiamenti demografici della forza lavoro

L’indagine ha rivelato i cambiamenti demografici nelle operazioni mainframe, poiché il personale più giovane e meno esperto sta sostituendo il personale senior ed è stata riscontrata una percentuale più alta di donne intervistate rispetto allo scorso anno.

“L’ecosistema IBM Z continua ad evolversi per supportare un cloud ibrido moderno. Ma è più di questo, perché anche i professionisti che gestiscono IBM Z si stanno spostando per rappresentare la forza lavoro moderna, con il 40% di rappresentanza femminile e oltre un terzo che rappresenta coloro con meno di 5 anni di esperienza sulla piattaforma Z “, afferma Ross Mauri, General Manager di IBM Z e LinuxONE.