L’azienda è stata scelta dal CERN e lancia il nuovo VidyoConferencing 3.0

vidyo_logo2

Vidyo, pioniere della Personal Telepresence, presenta una novità mondiale in fatto di videoconferenza, grazie a una tecnologia che permette di effettuare videoconferenze multipunto con video ad alta definizione su PC desktop, notebook, netbook, tablet e smartphone e naturalmente su sistemi per sala riunioni.
L’architettura brevettata VidyoRouter fornisce l’unica soluzione basata su H.264 SVC (Scalable Video Coding), che permette di gestire le videoconferenze attraverso Internet e le reti mobili eliminando la MC – MultiPoint Central Unit, e fornendo un’elevata tolleranza verso gli errori e una bassissima latenza del segnale. La tecnologia Vidyo consente quindi di organizzare videoconferenze ad alta definizione con un’interazione naturale tra gli individui, nata per soddisfare le esigenze espresse dagli utenti di video conferenza che chiedono facilità d’uso, prestazioni e scalabilità.
Una conferma della bontà dell’offerta di Vidyo arriva anche dal fatto che la sua tecnologia è stata selezionata dal CERN per sostenere la videoconferenza globale, su larga scala, in tempo reale per una comunità di 20mila scienziati di oltre 600 istituti diversi, chiamati a collaborare con l’Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare. Gli scienziati di tutto il mondo utilizzano così i prodotti di Vidyo per collaborare negli esperimenti del Large Hadron Collider (LHC), finalizzati allo studio del bosone di Higgs.
L’ultima innovazione introdotta da Vidyo è VidyoConferencing 3.0, che aggiunge innovazione nell’esperienza di utilizzo al sistema di collaborazione più scalabile del mercato.
La soluzione introduce un’usabilità potenziata e nuovi strumenti al software base di videoconferenza e video collaborazione.
Gli aggiornamenti introdotti in questa nuova versione spingono l’industria della video conferenza di un ulteriore passo avanti e regalano agli utenti un desktop integrato che alza l’asticella nella user experience della videoconferenza e democratizza l’accesso a questo tipo di comunicazione.

Videoconferencing 3.0 include: Vidyo Desktop 3.0, VidyoWeb, Vidyo’s in-browser experience, Vidyo Remote, un nuovo controllo remoto per le applicazioni per i dispositivi iOS e Android, una nuova applicazione Vidyo per la condivisione e la collaborazione e, per finire, Vidyo API Integration con AMX e soluzioni Crestron di room control .
“Le compagnie possono ora investire in maniera più sicura in ampie soluzioni per l’impresa che aggiungono un’esperienza per l’utente finale intuitiva e virale al sistema di video comunicazione più scalabile del mercato – afferma Ofer Shapiro, co- founder e Ceo di Vidyo – Abbiamo visto l’esplosione della crescita della clientela a livelli mai visti finora, arrivando a gestire sino a 750 chiamate simultanee. La lezione che deriva dall’aver lavorato con questi enormi dati di utilizzo ha reso l’offerta Vidyo più robusta e user – friendly rispetto alle altre soluzioni presenti sul mercato”.