Impatto concreto sul business con la l’automation di Appian

Oltre alla nuova versione della piattaforma Low-Code, la società ha annunciato anche Appian RPA per automatizzare qualsiasi processo end-to-end

Appian, azienda specializzata nell’ambito delle piattaforme low-code per lo sviluppo di applicazioni, ha annunciato l’ultima versione della piattaforma di automation Low-Code Appian.

La nuova versione, disponibile a partire dal 27 marzo, offre un impatto concreto sul business attraverso un Enterprise Automation unificata, flessibile e veloce.

Il valore aziendale dell’automation low-code si traduce in una migliore esperienza del cliente, costi più bassi, aumento di produttività, aumento della qualità e semplificazione della governance, del rischio e della conformità.

Nello specifico, l’ultima versione di Appian offre:

   Full-Stack Automation – Organizzare i flussi di lavoro tra persone, bot e IA (anche in assenza di API). L’introduzione di Appian RPA completa l’automation stack di Appian costituito da intelligenza artificiale (AI), automazione dei processi robotizzati (RPA), workflow, regole di business e case management unificati. Applicare la giusta tecnologia di automazione per il giusto caso di utilizzo dell’automation.

Intelligent Document Processing (IDP) – Appian estende l’automazione con l’intelligenza artificiale attraverso il nuovo Appian IDP, un acceleratore precostruito che utilizza i servizi AI di Appian per la comprensione “out-of-the-box” dei documenti. IDP utilizza il Machine learning e l’intelligenza artificiale per “leggere” ed estrarre istantaneamente e con estrema precisione testi e dati senza la necessità di uno sforzo manuale o di un codice personalizzato.

Governance Potente – Appian offre ora all’Automation Center of Excellence un cockpit integrato per il controllo del funzionamento e del coordinamento delle tecnologie di automazione dei processi aziendali. Appian gestisce, monitora e distribuisce tutte le tecnologie di automazione in tutta l’organizzazione per consentire scalabilità e prestazioni maggiori. Dashboard web e mobile permettono di gestire tutti i processi di automazione e le eccezioni. Ciò include la programmazione, l’esecuzione e il monitoraggio di Appian e dei bot di terze parti e le loro integrazioni con le persone e l’IA.

Nuovo DevSecOps – Testa, impacchetta e distribuisci con sicurezza le tue app fino a 2 volte più velocemente con il nuovo modulo di sviluppo DevSecOps di Appian. Appian Deployments automatizza i flussi di lavoro DevSecOps e aggiunge il monitoraggio e la gestione dettagliati di tutte le distribuzioni di applicazioni in entrata e in uscita. Inoltre, Appian ora fornisce guardrail di sicurezza dalla progettazione iniziale alla distribuzione finale, assicurando che ogni applicazione abbia configurazioni di sicurezza adeguate per garantirne l’integrità.

Mobilità Istantanea – La tecnologia brevettata di Appian rende la vita degli sviluppatori più facile. Si progetta una volta sola e l’app funziona in modo nativo e come ci si aspetterebbe su praticamente qualsiasi dispositivo. L’ultima versione di Appian supporta Android Q e Apple iOS 13, garantendo la compatibilità con le più recenti piattaforme per tutti gli utenti mobile.

Tutto il buono di un supporto Premier Plus

L’ultima versione di Appian migliora l’architettura cloud leader di settore con un supporto esteso. La piattaforma di Appian funziona sul cloud, on-premises e in implementazioni ibride/virtuali; soddisfa, inoltre, i più severi standard di settore a livello locale, regionale e globale.

L’ultima offerta di supporto Premier Plus offre servizi di supporto e infrastrutture uniche per i clienti con implementazioni Appian su larga scala, team distribuiti a livello globale e requisiti avanzati di conformità di sicurezza e di audit.

Comprende un Appian Lead Engineer dedicato, 24 contatti di supporto, supporto 24x7x365 per problemi critici e un’esperienza con i guanti per garantire che tutte le esigenze di conformità di sicurezza e le necessità di audit avanzate siano pienamente soddisfatte.

Con Appian RPA si completa anche lo stack di automazione unificato

Infine, con Appian RPA (disponibile dal prossimo 20 marzo), la società va ad ampliare la sua piattaforma di automazione low-code con la possibilità di gestire robot software Appian cloud nativi all’interno di uno stack di automazione unificato.

L’automazione full- stack di Appian ora combina intelligenza artificiale, RPA, workflow, regole decisionali e case management alla velocità del low-code. Questo significa che le aziende possono applicare la tecnologia più appropriata per lo specifico scenario, al fine di automatizzare qualsiasi processo end-to-end.

Non a caso, le funzionalità di Appian RPA includono riconoscimento intelligente di immagini di oggetti su uno schermo, riducendo gli errori nelle azioni dei bot.

I bot possono essere distribuiti in base a una pianificazione per i processi back-end comuni o possono essere richiamati su richiesta dagli utenti aziendali in base alle esigenze delle interazioni con i clienti.

Infine, l’ottimizzazione “Human in the loop” significa che i bot possono aumentare la produttività attraverso l’automazione delle attività quotidiane, coinvolgendo le persone per una risoluzione rapida quando si verificano eccezioni rispetto alla normale elaborazione.