DATA4: colocation di prossima generazione

Annunciata la partnership con Nlyte Software. Obiettivo fornire efficienza e trasparenza

DATA4, specialista europeo nella progettazione, realizzazione e gestione di datacenter ultra-sicuri, ha siglato una partnership con Nlyte Software, azienda attiva nelle soluzioni DCIM (datacenter infrastructure management) per fornire informazioni in tempo reale sulle infrastrutture presenti nei propri data center, ridurre i rischi operativi e fornire servizi a valore aggiunto per i clienti della colocation.

DATA4 gestisce oggi datacenter flessibili, ad alte prestazioni, neutrali rispetto a carrier e cloud provider, offrendo soluzioni a partire dalla colocation di un singolo rack fino alla progettazione e costruzione completa di infrastrutture dedicate.

Il gruppo DATA4 dispone di 15 datacenter in Francia, Italia e Lussemburgo, con un’area tecnica totale di 27.000 m2 di sale IT e più di 39 MW di potenza IT.

Per incrementare la trasparenza e il valore dei servizi verso i propri clienti finali, DATA4 ha voluto rendere visibile il “black box” dei propri datacenter per mostrare una visione in tempo reale dei propri asset. Nello stesso tempo il gruppo francese aumenterà la propria efficienza e amplierà l’offerta dei servizi.

Le soluzioni offerte da Nlyte saranno connesse con i diversi BMS (Building Management Systems) e con altri sistemi presenti nei datacenter di DATA4 senza alcuna interruzione di servizio, attraverso l’architettura open di Nlyte.

La partnership con Nlyte accrescerà inoltre il valore per i clienti grazie all’offerta di software-as-a-service per migliorare efficienza, agilità e trasparenza. DATA4 sarà supportata da Nlyte nell’acquisizione di una più elevata comprensione nella gestione della pianificazione della capacità delle infrastrutture, che eccedono gli SLAs, e a sviluppare concreti vantaggi di business.

Questo progetto vedrà DATA4 e i propri clienti passare da una gestione manuale di processi e registrazioni ad operazioni automatizzate e in tempo reale per gestire tutte le proprie infrastrutture.